ARCHIVIO - Come utilizzare la funzione di importazione ed esportazione csv / xls / xlsx / ods (v3.1.1 o inferiore)

Attenzione: questo tutorial è valido solo fino alla versione 3.1.1 di Maps Marker Pro - con la versione 4.0 questa funzione è stata sostituita con una funzione di importazione / esportazione GeoJSON ottimizzata, un tutorial correlato può essere trovato su https://www.mapsmarker.com/import-export

Maps Marker Pro ti consente di eseguire facilmente aggiornamenti in blocco su marker e livelli utilizzando la funzione integrata di importazione / esportazione. Di seguito troverai la documentazione per queste funzionalità.

Indice


Punti chiave

  • l'importazione può essere utilizzata per creare in blocco nuovi marcatori o livelli, nonché per aggiornare in blocco marcatori o livelli esistenti
  • formati di esportazione disponibili: XLSX, XLS, CSV, ODS
  • formati di importazione disponibili: XLSX, XLS, CSV, ODS
  • formato consigliato: XLSX o ODS a causa dell'usabilità e della migliore gestione delle quotazioni
  • importante quando si utilizza CSV come formato: utilizzare i punti e virgola; come delimitatori e sostituire le virgolette doppie "con virgolette singole"
  • è possibile l'uso di tag html in popuptext (di nuovo: usa virgolette singole nei file CSV!)
  • solo il formato XLSX consente "collegamenti ipertestuali nativi" (creati ad esempio in Excel facendo clic con il tasto destro del mouse / aggiungi collegamento ipertestuale)
  • solo gli utenti con il ruolo utente necessario per modificare marcatori / livelli da altri utenti possono eseguire le importazioni (per impostazione predefinita: solo amministratori / capacità activ_plugins)
  • se vuoi trasferire tutti i marker e layer da un sito a un altro, devi prima esportare / importare tutte le mappe dei layer dal vecchio sito e poi esportare / importare tutte le mappe dei marker sul nuovo sito - vedi anche le relative note di seguito!

torna all'indice


Note importanti sulla copia di mappe da un altro sito

È possibile utilizzare la funzione di importazione / esportazione per copiare le mappe dei marker e dei layer da un sito a un altro. Ad ogni modo, tieni presente che, dopo aver importato i layer dal vecchio sito nel tuo nuovo sito, gli ID dei layer potrebbero essere diversi! (ad es. sul vecchio sito gli ID layer avrebbero potuto essere 1,2,4,7 che su un sito nuovo senza layer creato avrebbe ottenuto gli ID 1,2,3,4)

Pertanto, per assegnare anche i marker dal vecchio sito agli stessi layer del nuovo sito, potrebbe essere necessario modificare i valori nella colonna strato nel relativo file di importazione dei marker dal vecchio sito per adattare i nuovi ID layer sul nuovo sito!

A seconda del numero di livelli da aggiungere, un'alternativa più semplice per copiare livelli e marcatori da un altro sito potrebbe essere quella di utilizzare strumenti come phpmyadmin per esportare le seguenti tabelle di database sul vecchio sito e importarli sul nuovo sito: wp_pro_current_leafletmapsmarker_layers con wp_pro_current_leafletmapsmarker_markers

torna all'indice


Importa / esporta schermata iniziale

Per avviare un'importazione o un'esportazione di marcatori, vai a "Importa / Esporta" nel menu del plugin:

import-select-action

torna all'indice


Esportazioni di marcatori

Per eseguire un aggiornamento collettivo dei marker esistenti, è necessario prima esportare i marker. Fare clic sull'interfaccia "prepara esportazione" come passaggio successivo: 

export-schermo 

Quindi seleziona i marcatori che dovrebbero essere esportati: puoi usare diversi filtri per questo. Tieni presente che per impostazione predefinita vengono esportati solo 100 marcatori, quindi aumenta questo numero se necessario. Scegli un formato di esportazione (si consiglia XLSX o ODS) e avvia l'esportazione: subito dopo inizierà il download dei marker selezionati nel formato desiderato.

torna all'indice


Importazioni di marcatori

Tieni presente che se un marcatore è assegnato a un livello specifico, questo livello deve essere presente prima di importare il marcatore! Se il layer con lo layerid specificato dal file di importazione non è disponibile, il marcatore non verrà assegnato a nessun layer! Quindi, se vuoi trasferire tutti i marker e layer da un sito a un altro sito, devi prima esportare / importare tutti i layer e poi esportare / importare tutti i marker! Di seguito l'interfaccia per la preparazione di un'importazione - le opzioni disponibili sono spiegate di seguito: 

import-schermo

torna all'indice


Scarica i file modello di importazione

Di seguito sono riportati i modelli di importazione per tutti i formati disponibili. Questi contengono un esempio per la creazione di un nuovo marker e per l'aggiornamento di un marker esistente con l'ID 1.

torna all'indice


Opzioni della modalità di importazione

importazione-mode-opzioni-marcatori

Se scegli l'opzione predefinita "aggiunte in blocco (aggiungi nuovi indicatori)", i valori nell'ID colonna del file di importazione verranno ignorati e verranno creati nuovi indicatori.

Se invece selezioni "aggiornamenti in blocco (aggiorna i marker esistenti)", sono necessari i valori nell'ID colonna del file di importazione e i marker corrispondenti vengono aggiornati rispettivamente la riga dal file di importazione viene saltata, se nessuna mappa dei marker con una secondo ID esiste.

torna all'indice


Opzioni Geocoding

Per impostazione predefinita, il valore nella colonna indirizzo viene utilizzato per recuperare il valore di longitute e latitudine corrispondente dall'API di Google Places: geocodifica-opzione

Si noti che se si utilizza l'opzione predefinita qui, qualsiasi valore nelle colonne lat con lon verrà sovrascritto con i risultati per l'indirizzo fornito dall'API di Google Places.

torna all'indice


Opzioni di controllo

Per impostazione predefinita, il nome utente dell'utente di WordPress che avvia l'importazione e il timestamp corrente verranno utilizzati per le colonne creato, creato, aggiornato, aggiornato:

Audit-opzione

Se si desidera importare i valori indicati nel file di importazione, è necessario modificare questa opzione.

torna all'indice


Metodi di memorizzazione nella cache

Per impostazione predefinita, viene utilizzato il metodo di memorizzazione nella cache disponibile che utilizza meno memoria: puoi sovrascriverlo facendo clic su "mostra più opzioni" accanto ad "automatico" e selezionando manualmente il metodo di memorizzazione nella cache desiderato (i metodi di memorizzazione nella cache non disponibili sul tuo server vengono disabilitati automaticamente ):

caching-metodi-dettagliata

Se un'importazione o un'esportazione non riesce comunque (utilizzando un file di importazione troppo grande, ad esempio), prova prima ad aumentare il limite di memoria PHP sul tuo server. Se ciò non aiuta, prova a dividere il file di importazione di grandi dimensioni in diversi file più piccoli. Anche il passaggio da XLSX a CSV può aiutare a ridurre l'utilizzo della memoria. Quando il passaggio a CSV non è un'opzione, è anche possibile abilitare la casella di controllo mostrata sopra per "ridurre ulteriormente l'utilizzo della memoria per i file di input xlsx / xls / ods importando solo il testo del collegamento per i collegamenti ipertestuali".

torna all'indice


Modalità di prova

Quando si esegue un'importazione, per impostazione predefinita l'opzione "Modalità test" è attivata:

modalità di prova

Si consiglia di eseguire prima una "marcia a secco" con la modalità di prova attiva prima di spegnerla. Con la modalità di test attiva, il file di importazione verrà controllato per avvisi ed errori. Ti verrà detto esattamente quali valori da quale riga non sono validi e sarai in grado di correggerli prima di salvare le modifiche nel database: test-mode-on-logs 3

Se non vengono rilevati errori o avvisi, tornare a "preparare l'importazione", disattivare la modalità di test e avviare nuovamente l'importazione.

torna all'indice


Gestione degli errori

Abbiamo integrato diversi controlli che dovrebbero impedire il fallimento dell'importazione. Comunque se qualcosa va storto, ti verrà mostrato esattamente cosa è andato storto:

Avvertenze

Se si verifica un AVVISO, ciò significa che il valore indicato non è consentito (ad esempio utilizzando 2 quando è consentito solo 0 o 1). L'importatore utilizza quindi il valore predefinito per i nuovi marcatori quando viene creato un nuovo marcatore o il valore esistente prima dell'aggiornamento, quando viene aggiornato un marcatore già esistente: esempio di avvertimento

errori

Se si verifica un ERRORE, la riga in questione verrà ignorata e nessun nuovo marcatore per questa riga dal file di importazione verrà creato o aggiornato:

esempio di errore

torna all'indice


Esportazioni di strati

Per eseguire un aggiornamento in blocco dei livelli esistenti, è necessario prima esportare i livelli. Fare clic sull'interfaccia "prepara esportazione" come passaggio successivo: 

export-strati

 

Quindi seleziona i livelli che dovrebbero essere esportati. Scegli un formato di esportazione (si consiglia XLSX o ODS) e avvia l'esportazione: subito dopo inizierà il download dei layer selezionati nel formato desiderato.

torna all'indice


Importazioni di strati

Si noti che se si importano mappe di livello, i marker assegnati non verranno importati automaticamente - è necessario farlo manualmente tramite la funzione "Importazioni di marker"! Quindi, se vuoi trasferire tutti i marker e layer da un sito a un altro sito, devi prima esportare / importare tutti i layer e poi esportare / importare tutti i marker! Di seguito l'interfaccia per la preparazione di un'importazione - le opzioni disponibili sono spiegate di seguito:

importazione-strati

torna all'indice


Scarica i file modello di importazione

Di seguito sono riportati i modelli di importazione per tutti i formati disponibili. Questi contengono un esempio per la creazione di un nuovo livello e per l'aggiornamento di un livello esistente con l'ID 1.

torna all'indice


Opzioni della modalità di importazione

 

importazione-mode-opzioni-strati

Se scegli l'opzione predefinita "aggiunte in blocco (aggiungi nuovi livelli)", i valori nell'ID colonna del file di importazione verranno ignorati e verranno creati nuovi livelli.

D'altra parte, se si seleziona "aggiornamenti in blocco (aggiorna layer esistenti)", sono necessari i valori nell'ID colonna del file di importazione e vengono aggiornati i layer in base rispettivamente la riga dal file di importazione viene saltata, se nessuna mappa di layer con secondo ID esiste.

torna all'indice


Opzioni Geocoding

Per impostazione predefinita, il valore nella colonna indirizzo viene utilizzato per recuperare il valore di longitute e latitudine corrispondente dall'API di Google Places: geocodifica-opzione

Si noti che se si utilizza l'opzione predefinita qui, qualsiasi valore nelle colonne lat con lon verrà sovrascritto con i risultati per l'indirizzo fornito dall'API di Google Places.
 

Opzioni di controllo

Per impostazione predefinita, il nome utente dell'utente di WordPress che avvia l'importazione e il timestamp corrente verranno utilizzati per le colonne creato, creato, aggiornato, aggiornato: Audit-opzione

Se si desidera importare i valori indicati nel file di importazione, è necessario modificare questa opzione.
 

Metodi di memorizzazione nella cache

Per impostazione predefinita, viene utilizzato il metodo di memorizzazione nella cache disponibile che utilizza meno memoria: puoi sovrascriverlo facendo clic su "mostra più opzioni" accanto ad "automatico" e selezionando manualmente il metodo di memorizzazione nella cache desiderato (i metodi di memorizzazione nella cache non disponibili sul tuo server vengono disabilitati automaticamente ):

caching-metodi-dettagliata

Se l'importazione o l'esportazione falliscono comunque (usando ad esempio un file di importazione troppo grande), prova prima ad aumentare il limite di memoria PHP sul tuo server. Se ciò non aiuta, prova a dividere il file di importazione di grandi dimensioni in diversi file più piccoli. Il passaggio da XLSX a CSV può anche aiutare a ridurre l'utilizzo della memoria.

torna all'indice


Modalità di prova

Quando si esegue un'importazione, per impostazione predefinita l'opzione "Modalità test" è attivata:

modalità di prova

Si consiglia di eseguire prima una "marcia a secco" con la modalità di prova attiva prima di spegnerla. Con la modalità di test attiva, il file di importazione verrà controllato per avvisi ed errori. Ti verrà detto esattamente quali valori da quale riga non sono validi e sarai in grado di correggerli prima di salvare le modifiche nel database (la modalità di test è fondamentalmente la stessa delle mappe marker, quindi viene mostrata la stessa schermata):
test-mode-on-logs 3
Se non vengono rilevati errori o avvisi, tornare a "preparare l'importazione", disattivare la modalità di test e avviare nuovamente l'importazione.
 

Gestione degli errori

Abbiamo integrato diversi controlli che dovrebbero impedire il fallimento dell'importazione. Comunque se qualcosa va storto, ti verrà mostrato esattamente cosa è andato storto:

Avvertenze

Se si verifica un AVVISO, ciò significa che il valore indicato non è consentito (ad esempio utilizzando 2 quando è consentito solo 0 o 1). L'importatore utilizza quindi il valore predefinito per i nuovi marker quando viene creato un nuovo marker o il valore esistente prima dell'aggiornamento, quando viene aggiornato un marker già esistente (lo stesso delle mappe dei marker, quindi viene mostrato lo stesso screenshot):

esempio di avvertimento

errori

Se si verifica un ERRORE, la riga in questione verrà ignorata e nessun nuovo marker per questa riga dal file di importazione verrà creato o aggiornato (lo stesso delle mappe dei marker, quindi viene mostrato lo stesso screenshot):

esempio di errore

torna all'indice


Riferimenti alle colonne per i file dei marcatori di importazione / esportazione csv / xls / xlsx / ods (solo per v3.1.1 o precedente)

Nome della colonnaTipi di datiDescrizione
idNULL o INTEGERID marcatore
Se vuoto, verrà creato un nuovo marker: se viene fornito un ID, il marker con tale ID verrà aggiornato
markerNameNULL o STRINGnome del marcatore
popuptextNULL o STRINGtesto da utilizzare nel popup
Tag HTML consentiti, utilizzare virgolette singole 'nei file CSV! I "collegamenti ipertestuali nativi" (vedi modello XLSX) funzionano solo nei file XLSX!
openpopupBOOLEANIl popup dovrebbe essere aperto per impostazione predefinita?
0 = popup chiuso
1 = apri popup
indirizzoNULL O STRINGIndirizzo del marcatore
Utilizzato per geocodifica se è impostata l'opzione "usa indirizzo per geocodifica"
latfloatvalLatitudine del marker
viene sovrascritto se è impostata l'opzione "usa indirizzo per geocodifica"
lonfloatvalLongitudine del marker
viene sovrascritto se è impostata l'opzione "usa indirizzo per geocodifica"
stratoINTEGERID del layer a cui deve essere assegnato il marker
0 = non assegnato a un livello
zoomINTEGERLivello di zoom della mappa dell'indicatore
iconaSTRINGIcona della mappa dell'indicatore
inserisci il nome file dell'icona dalla directory-icon-marker (di solito wp-content / uploads / leaflet-maps-marker-icon) - esempio: audio.png - lascia vuoto per usare l'icona predefinita (perno blu)
mapwidthINTEGERLarghezza della mappa dell'indicatore in pixel
mapwidthunitSTRINGMappa con unità della larghezza della mappa dell'indicatore
Valori possibili: px e%
mapheightINTEGERAltezza della mappa dell'indicatore in pixel
mappa di baseSTRINGMappa di base della mappa dei marker
valori possibili: osm_mapnik, mapquest_osm, mapquest_aerial, googleLayer_roadmap, googleLayer_satellite, googleLayer_hybrid, googleLayer_terrain, bingaerial, bingaerialwithlabels, bingroad, ogdwien_basemap, map_box personalizzato
pannello di eventiBOOLEANpannello degli indicatori sopra la mappa (mostra nome utente e collegamento API)
0 = non mostrare il pannello
1 = mostra pannello
scatola di controlloINTEGERmostra controlbox nell'angolo in alto a destra della mappa che ti consente di passare da una mappa di base all'altra
0 = non mostrare controlbox
1 = mostra controlbox compresso
2 = mostra controlbox espanso
creato daSTRINGNome utente dell'utente che ha creato la mappa dei marker
utilizzando il nome utente corrente se è impostata l'opzione "usa accesso utente corrente"
creatoDATA (Ymd H: i: s)Quando è stato creato il marker?
Aggiornato daSTRINGNome utente dell'utente che ha aggiornato la mappa dei marker
utilizzando il nome utente corrente se è impostata l'opzione "usa accesso utente corrente"
aggiornatoDATA (Ymd H: i: s)Quando è stato aggiornato il marker?
kml_timestampDATA (Ymd H: i: s)Data / ora da utilizzare per la funzione di animazione KML
overlays_customBOOLEANAttivare l'overlay personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
overlays_custom2BOOLEANAttivare l'overlay personalizzato2?
0 = inattivo
1 = attivo
overlays_custom3BOOLEANAttivare l'overlay personalizzato3?
0 = inattivo
1 = attivo
overlays_custom4BOOLEANAttivare l'overlay personalizzato4?
0 = inattivo
1 = attivo
wmsBOOLEANAttivare il livello wms personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms2BOOLEANAttivare il layer wms2 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms3BOOLEANAttivare il layer wms3 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms4BOOLEANAttivare il layer wms4 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms5BOOLEANAttivare il layer wms5 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms6BOOLEANAttivare il layer wms6 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms7BOOLEANAttivare il layer wms7 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms8BOOLEANAttivare il layer wms8 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms9BOOLEANAttivare il layer wms9 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms10BOOLEANAttivare il layer wms10 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
gpx_urlSTRINGURL per il file GPX da utilizzare
gpx_panelBOOLEANPannello sotto la mappa che mostra i metadati GPX
0 = nascondi pannello gpx
1 = mostra il pannello gpw

torna all'indice


Riferimenti alle colonne per i file di livello di importazione / esportazione csv / xls / xlsx / ods (solo per v3.1.1 o precedente)

Nome della colonnaTipi di datiDescrizione
idNULL o INTEGERID marcatore
Se vuoto, verrà creato un nuovo marker: se viene fornito un ID, il marker con tale ID verrà aggiornato
NomeNULL o STRINGnome del livello
indirizzoNULL O STRINGIndirizzo del centro del livello
Utilizzato per geocodifica se è impostata l'opzione "usa indirizzo per geocodifica"
layerviewlatfloatvalLatitudine del centro del livello
viene sovrascritto se è impostata l'opzione "usa indirizzo per geocodifica"
layerviewlonfloatvalLongitudine del centro del livello
viene sovrascritto se è impostata l'opzione "usa indirizzo per geocodifica"
layerzoomINTEGERLivello di zoom della mappa dei livelli
mapwidthINTEGERLarghezza della mappa del livello in pixel
mapwidthunitSTRINGMappa con unità della larghezza della mappa di livello
Valori possibili: px e%
mapheightINTEGERAltezza della mappa del livello in pixel
mappa di baseSTRINGMappa di base della mappa dei livelli
valori possibili: osm_mapnik, mapquest_osm, mapquest_aerial, googleLayer_roadmap, googleLayer_satellite, googleLayer_hybrid, googleLayer_terrain, bingaerial, bingaerialwithlabels, bingroad, ogdwien_basemap, map_box personalizzato
pannello di eventiBOOLEANpannello di livello sopra la mappa (che mostra nome utente e collegamento API)
0 = non mostrare il pannello
1 = mostra pannello
il clusteringBOOLEANI marker dovrebbero essere raggruppati?
0 = clustering disabilitato
1 = clustering abilitato
listmarkersBOOLEANUn elenco di marcatori dovrebbe essere visualizzato sotto la mappa dei livelli?
0 = no
1 = sì
multi_layer_mapBOOLEANQuesta mappa di livelli è una mappa multistrato?
0 = no
1 = sì
multi_layer_map_listSTRINGID separati da virgola dei layer assegnati a questo layer se multi_layer_map è impostato su 1
ad esempio 1,2,3
scatola di controlloINTEGERmostra controlbox nell'angolo in alto a destra della mappa che ti consente di passare da una mappa di base all'altra
0 = non mostrare controlbox
1 = mostra controlbox compresso
2 = mostra controlbox espanso
creato daSTRINGNome utente dell'utente che ha creato la mappa dei livelli
utilizzando il nome utente corrente se è impostata l'opzione "usa accesso utente corrente"
creatoDATA (Ymd H: i: s)Quando è stato creato il layer?
Aggiornato daSTRINGNome utente dell'utente che ha aggiornato la mappa dei livelli
utilizzando il nome utente corrente se è impostata l'opzione "usa accesso utente corrente"
aggiornatoDATA (Ymd H: i: s)Quando è stato aggiornato il layer?
overlays_customBOOLEANAttivare l'overlay personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
overlays_custom2BOOLEANAttivare l'overlay personalizzato2?
0 = inattivo
1 = attivo
overlays_custom3BOOLEANAttivare l'overlay personalizzato3?
0 = inattivo
1 = attivo
overlays_custom4BOOLEANAttivare l'overlay personalizzato4?
0 = inattivo
1 = attivo
wmsBOOLEANAttivare il livello wms personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms2BOOLEANAttivare il layer wms2 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms3BOOLEANAttivare il layer wms3 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms4BOOLEANAttivare il layer wms4 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms5BOOLEANAttivare il layer wms5 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms6BOOLEANAttivare il layer wms6 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms7BOOLEANAttivare il layer wms7 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms8BOOLEANAttivare il layer wms8 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms9BOOLEANAttivare il layer wms9 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
wms10BOOLEANAttivare il layer wms10 personalizzato?
0 = inattivo
1 = attivo
gpx_urlSTRINGURL per il file GPX da utilizzare
gpx_panelBOOLEANPannello sotto la mappa che mostra i metadati GPX
0 = nascondi pannello gpx
1 = mostra il pannello gpw

torna all'indice

1
0
8803
Valuta questa guida per l'utente

Non sei autorizzato a valutare questo post.

en English
X